fiscali

Fino al 31 dicembre 2017 è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali del 50% o del 65%, introdotte o prorogate dalle recenti normative statali. Per poter ottenere la detrazione, si devono indicare le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche).

Dal 1 Gennaio 2017 Sono state introdotte nuove importanti misure che riguardano:

le agevolazioni per l’efficientamento dei  condominii: che possono arrivare fino al 75 %, secondo il tipo di risparmio raggiunto.

le agevolazioni per gli adeguamenti antisimici (cd. sismabonus) che andranno dal 50 all’ 85 % secondo la classe di rischio raggiunta. Le classi di rischio saranno indicate da un futuro Decreto governativo.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);le associazioni tra professionisti;gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.
Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche:

i titolari di un diritto reale sull’immobile
i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
gli inquilini
coloro che hanno l’immobile in comodato.

Sono ammessi a fruire della detrazione anche i familiari conviventi con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado).

Cosa si può detrarre

Grazie alle nuove agevolazioni fiscali, puoi ottenere il rimborso del 65% delle spese che riguardano la riqualificazione energetica degli edifici (infissi, pannelli solari, caldaie, cappotti termici, isolamento solai, ecc) e l’adeguamento antisismico.

Hai diritto al 50% di detrazione Irpef sia sulle spese di ristrutturazione edilizia di abitazioni e condomìni, sia sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici almeno di classe A+ per la casa che stai riqualificando.

Quanto si può risparmiare

La possibilità di usufruire della detrazione fiscale del 50% è per un importo fino a 96.000 euro, per ogni unità immobiliare. La detrazione va spalmata in 10 annualità di pari importo.
La detrazione aumenta fino al 65% se gli interventi sono effettuati per il miglioramento o l’adeguamento antisismico, se gli interventi sono effettuati su edifici ricadenti in zone sismiche ad alta pericolosità adibiti ad abitazione principale o ad attività produttiva.
La detrazione ha un tetto massimo, come riportato nella tabella seguente:

Tipo di intervento Detrazione massima
Riqualificazione energetica
di edifici esistenti
100.000 euro
Involucro edifici
(per esempio, pareti, finestre – compresi gli infissi – su edifici esistenti)
60.000 euro
Installazione di pannelli solari 60.000 euro
Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale 30.000 euro

 

PER I CONDOMINI LE DETRAZIONI SONO STATE PROROGATE FINO AL 30 GIUGNO 2018

IL BONUS ANTISMICO ARRIVERA’ INVECE FINO AL 31 DICEMBRE 2021

 

CNA Marche via S.Totti, 4 - 60131, Ancona
cnamarche@marche.cna.it - www.marche.cna.it
C.F.80007910427- Privacy Policy - Informativa sulla Privacy - Informativa cookies